Divise sanitarie: quali sono e cosa le differenzia?

Le divise di medici e infermieri rivestono un ruolo fondamentale nell’ambito della sanità, poiché consentono di identificare immediatamente il ruolo e la specializzazione del personale medico e sanitario all’interno delle strutture ospedaliere, delle cliniche e degli studi.

In questo articolo, andremo a scoprire quali sono le principali divise sanitarie utilizzate dai medici, dagli infermieri e dagli operatori socio sanitari.

Importanza delle divise sanitarie nell’identificazione dei professionisti

La scelta di colori specifici per ogni ruolo professionale e l’adeguato abbinamento dei capi delle divise permettono di identificare immediatamente il personale sanitario e di distinguere le diverse figure professionali.

In questo modo, le divise sanitarie svolgono un ruolo importante anche nella comunicazione efficace tra i professionisti della salute e nella creazione di un ambiente sicuro e protetto per operatori e pazienti.

Composizione della divisa: da medico/dentista/igienista, da infermiere e da operatore socio sanitario/OSS

La composizione delle divise sanitarie è fondamentale per garantire ai professionisti del settore il massimo comfort durante l’esercizio della loro attività, oltre ad assicurare un’adeguata protezione del corpo e la massima igiene possibile. Le divise di medici e infermieri sono composte principalmente da camici, casacche, pantaloni, cuffiette e calzature.

Inoltre, le divise sanitarie sono spesso corredate da dispositivi di protezione individuale indispensabili per garantire la sicurezza sia dell’operatore sanitario che del paziente. Mascherine, guanti e occhiali di protezione consentono di prevenire il rischio di contagio e di garantire un ambiente di lavoro sicuro per tutto il personale sanitario.

È importante sottolineare che i tessuti utilizzati per la realizzazione delle divise devono garantire il massimo comfort e la massima traspirabilità, oltre ad un’adeguata protezione. Il cotone o la microfibra sono i tessuti più utilizzati per le divise sanitarie, in quanto permettono la leggerezza, la traspirabilità e la facilità di lavaggio delle divise. Il materiale monouso, come camici, guanti, cuffie e mascherine, da indossare sopra al normale camice, è essenziale per garantire la massima igiene e la sicurezza dei professionisti e dei pazienti.

Divise per medici, dentisti e igienisti

La divisa per medico, dentista e igienista è facilmente riconoscibile in quanto ha solitamente come elemento principale il camice. Esistono diverse tipologie di camici, da quelli classici bianchi abbottonati sul davanti, a quelli con allacciatura decentrata, dalla casacca corta con zip a quella con le maniche lunghe e i polsini elasticizzati. La scelta è veramente molto vasta e l’individuazione della giusta combinazione tra estetica e professionalità è essenziale quando si deve acquistare un camice.

Medico e infermiere con casacche colorate

La divisa del medico cambia notevolmente se parliamo della sala operatoria, dove si preferisce il colore verde chirurgico o l’azzurro al classico bianco. La scelta di questi colori non è casuale, infatti sono gradazioni che riducono l’affaticamento visivo e, allo stesso tempo, comunicano autorità.

L’abbigliamento indossato dai medici deve essere molto resistente a lavaggi aggressivi e prolungati, confortevole e pratico da indossare, per consentire loro la massima libertà di movimento e la facilità nello svolgere il proprio lavoro. La scelta dei tessuti è fondamentale per garantire leggerezza, traspirabilità e facilità di lavaggio all’uniforme dell’operatore sanitario.

Divise per infermieri e per assistenti alla poltrona

Le divise per infermieri e per assistenti alla poltrona sono molto importanti per il riconoscimento e l’identificazione degli operatori sanitari. Solitamente, le divise da infermiere sono di colore bianco o pastello e sono composte da casacche e pantaloni. Come per le divise da medico, anche per quelle da infermiere è importante utilizzare tessuti comodi e traspiranti, in modo da garantire il massimo comfort durante il lavoro.

Dettaglio della tasca della divisa sanitaria con portastrumenti

Le divise da infermiere spesso presentano molteplici tasche e dettagli funzionali, come elastici in vita, spacchetti laterali e vani porta penne, per permettere una maggiore praticità durante le attività quotidiane. È importante sottolineare che il colore della divisa può variare in base alla specifica area di lavoro, ad esempio in unità di terapia intensiva o di pronto soccorso.

In ogni caso, l’utilizzo di divise adeguate è fondamentale per garantire la sicurezza e l’igiene degli operatori sanitari, nonché dei pazienti.

Divise per gli operatori socio sanitari (OSS)

Le divise indossate dagli operatori socio-sanitari (comunemente indicati anche come OSS) sono spesso anch’esse dotate di una codifica dei colori che può variare da regione a regione nelle strutture pubbliche. La scelta del colore è finalizzata all’identificazione immediata del ruolo dell’operatore all’interno dell’equipe sanitaria. In generale, le divise degli OSS sono composte da pantaloni e casacca, realizzati in tagli comodi per permettere libertà di movimento. Sono realizzate in tessuti resistenti, spesso con cuciture doppie rinforzate e travette per renderle ancora più durature, e devono garantire una facile pulizia e disinfezione, essendo gli operatori socio-sanitari spesso a contatto con pazienti affetti da patologie contagiose.

Le divise sanitarie sono elementi fondamentali per garantire un ambiente di lavoro sicuro e igienico all’interno del settore sanitario. Oltre a permettere di riconoscere immediatamente il ruolo e la specializzazione dei medici, degli infermieri e del personale, devono garantire anche il massimo comfort e la massima libertà di movimento.

×